Gli aromi, i profumi ed i sapori che si sprigionano dalle specialità preparate vengono esaltati al meglio dai vini autoctoni che vanno a comporre una ricca cantina per soddisfare anche i palati più raffinati.
Tra i vitigni bianchi più utilizzati ci sono sicuramente la Falanghina, di provenienza beneventana, e gli irpini Greco di Tufo e Fiano.
Il primo è un vino versatile, dal caratteristico colore giallo paglierino, e si abbina bene alla cucina di pesce dell’intera Costa amalfitana, soprattutto ai frutti di mare, ma riesce ad esaltare anche i sapori di formaggi e carni bianche. Il Greco di Tufo è un pregiato vino fresco e secco che si accompagna divinamente a piatti a base di crostacei; il Fiano, anch’esso dal colore giallo paglierino, più o meno intenso, è un vino fresco ed intenso che trova ottimi accostamenti con i più raffinati piatti a base di pesce.
Si segnalano inoltre altri due vini, che rientrano anch’essi nelle etichette campane a Denominazione di Origine Controllata, come il Lacryma Christi che, oltre ad essere gustato nella varietà bianca, ideale per accompagnare zuppe di pesce e piatti a base di molluschi e crostacei, può essere reperito anche nella variante rossa o rosata ed accostato ad arrosti di carni rosse, selvaggina e formaggi, e l’Aglianico, dal colore rosso rubino, perfetto sia per pietanze di terra, come un filetto una tagliata o un’entrecôte, ma anche per piatti di mare più corposi come un baccalà in cassuola.

 

News

Importante riconoscimento per Pascalò da parte del touring club italiano. Premio Buona Cucina.

Una ulteriore soddisfazione e un ulteriore fiore all'occhiello che ci spinge a tenere sempre elevati i nostri standard di qualità.


 



Pasquale Vitale si aggiudica il premio Buon Pescato Italiano riservato ai ristoratori

Clicca qui


menu' degustazione primavera.estate 2014

 

clicca qui